GIUGNO - Supercelle tra NO e VC, 28 Giugno 2014 PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Domenica 29 Giugno 2014 22:25

Nel pomeriggio di sabato 28 giugno diversi temporali prefrontali si sviluppano tra Piemonte e Lombardia. Per via dell'elevato wind shear verticale presente, la maggioranza dei temporali che si viene generare mostra caratteristiche supercellulari.
Mi ritrovo con Andrea Tritto e subito ci muoviamo verso la cella che dalla lomellina si avvicina al novarese. Nuove celle stanno nascendo nella zona di Biandrate (NO), ma decidiamo comunque di puntare il temporale già in atto perchè mostra un lowering molto basso e persistente alla sua base. Ci portiamo sino a Trecate osservando comunque sempre il temporale da dietro, sia perchè ci è impossibile posizionarci meglio in quanto ormai il temporale si muove velocemente, sia perchè non vogliamo precluderci la possibilità di muoverci verso le nuove celle.
Quando il temporale si avvia verso il magentino sembra perdere intensità e ci muoviamo così subito sulla A4 verso l'uscita di Novara ovest per raggiungere i nuovi temporali. Mentre ci avviciniamo all'uscita, osserviamo un grosso e ben organizzato lowering che si dissolverà prima del nostro stop.
Quando troviamo un punto con buona osservazione di fronte a noi c'è ormai un grosso rovescio e una nuova base inizia ad organizzarsi.
Nel giro di pochi minuti compaiono striature, segno che vi è rotazione, ma nuove piccole celle continuano a nascere attorno a questo nucleo e così questa zona di inflow viene subito disturbata perdendo di definizione.
Al radar un temporale isolato si stacca dalle Alpi a nord ovest di Torino e punta la pianura vercellese. Ci muoviamo subito per intercettarlo e durante lo spostamento osserviamo un altro piccolo mesociclone in uno dei numerosi updraft presenti lungo la A4 a ovest di Novara.
Scendiamo lungo la A26 e quando imbocchiamo la bretella per Santhià abbiamo di fronte l'imponente e massiccio updraft del temporale vercellese. Dopo essere usciti a Vercelli ovest prendiamo la strada per Crova e non appena abbiamo visibilità ci fermiamo a riprendere il temporale che è una supercella in piena regola. L'aria più secca che sopraggiunge da sud farà dissolvere nelle decine di minuti successive il temporale, che non riuscirà così a raggiungere Vercelli città.

Il primo temporale che dalla lomellina si muoveva verso nord-est ha provocato diversi danni da downburst dalla zona di Tornaco - Cerano (NO) e in alcuni paesi più a est nel milanese.

Nuove celle a Novara ovest

Si delinea rotazione alla base

Piccolo mesociclone all'incrocio tra la A4 e la A26

Supercella a est di Crova (VC)

Particolare della wall cloud


Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Luglio 2014 14:47
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 20 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information