Cacce negli USA PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Lunedì 06 Settembre 2010 13:15

In questa sezione troverai l'elenco di tutte le foto e i reportage di caccia, diviso per anni.

Le foto dal 2007 al 2008 sono state scattate durante il Tornado Tour organizzato dal Thunderstorm Team.

Dal 2009 invece, il Tornado Tour è stato sospeso. Io ed altri amici ci siamo così organizzati per muoverci da soli nelle Plains, in particolare con Niccolò Ubalducci che si è sempre occupato anche dell'organizzazione prima del viaggio, cosa peraltro non semplicissima. Noleggiare l'auto, comprare i biglietti aerei, ordinare la chiavetta internet e farla arrivare al motel della prima notte, comprare il WX ed occuparsi della sua attivazione e mille altre cose...

Cacciare nelle Plains significa macinare centinaia di km al giorno per spostarsi verso il target di caccia; le strade in linea di massima sono molto ben percorribili, semi-deserte e decisamente tranquille. Il target ogni giorno è diverso, va da sè quindi che ogni notte si dormirà in un motel differente, spesso anche in uno stato differente. Giunti al target si attende l'inizio dei temporali: l'attesa può essere relativamente breve, come di diverse ore...o peggio i temporali possono proprio non partire in casi limite. Quando si caccia, pranzi e cene diventano optional. Si cerca piuttosto di fare scorta di panini in qualche stazione di servizio, se si prevede che la caccia durerà fin tardi. Di certo non ci si ferma a mangiare in una steakhouse mentre c'è un tornado al suolo che si allontana.

Nei giorni in cui i temporali non sono previsti, si cerca di visitare parchi, città o quant'altro. L'unico problema è che, nelle Plains, non ci sono molti luoghi da visitare, per cui sarebbe necessario spostarsi molto più a nord o a ovest. Questo richiede diversi giorni-off, ovvero senza cacce per poter andare e tornare al target in tempo, ma spesso non si hanno 5-6 giorni di fila per potersi spostare.

Cacciare temporali negli USA è sicuramente più rischioso e pericoloso che in Italia, proprio per la violenza dei fenomeni. Per questo è bene sapere come e dove muoversi. Per aiutarci in ciò abbiamo sempre un pc connesso ad internet tramite chiavetta con cui possiamo monitorare i dati meteo di vario genere e il WX che riceve dati direttamente dal satellite, senza usare internet. Si tratta di un software che mostra diversi dati tra cui radar, satellite, venti, fulminazioni...tutto sovrapposto alla cartina stradale. Anche altri software che si basano su internet hanno tutti questi dati, in risoluzione anche decisamente migliore, l'unica pecca è che quando cade la connessione, si è "ciechi".

 

2007

 

2008

 

2009

 

2010

2011

2012

2013

2014

2015

2016

Ultimo aggiornamento Sabato 18 Febbraio 2017 19:16
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 34 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information