SETTEMBRE - Fulmini e shelf cloud notturna, 5 settembre PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Sabato 05 Settembre 2015 13:01

Intorno a mezzogiorno mi ritrovo con Matteo Pratesi e successivamente con William Demasi, Jacopo Zannoni e Andrea Mastropasqua (cacciatori di Genova) per portarci nell'est mantovano, in vista dei possibili temporali pomeridiani. Considerando che per la pianura la stagione temporalesca si avvierà verso la conclusione ormai a breve, decidiamo di fare questo (probabile) ultimo spostamento sulla base di ciò che mostrano i LAM: tra Bologna, est Mantovano, Padovano è presente una buona convergenza al suolo a cui si associano un discreto wind shear e decenti valori di CAPE grazie a un rientro del sud-est dall'Adriatico, il tutto unito al sopraggiungere di aria più fresca in quota. Nel pomeriggio arriviamo sino a Legnago (VR) dove intercettiamo una serie di piccole celle temporalesche tra cui una supercella LP low topped e left mover...tutti i difetti che possono esserci concentrati in un unico esemplare...
Inseguiamo per un pò questi temporali, ma risultano privi di qualsiasi spunto fotografico. Ritorniamo così in serata verso Alessandria dove abbiamo lasciato le altre auto, dopo aver fatto in totale centinaia di km per qualcosa che francamente non ne valeva la pena. Ma anche questo fa parte del chasing che ben conosciamo.
Mentre siamo sulla via del ritorno un temporale è presente su Torino e continua a persistere anche quando siamo ormai rientrati in Piemonte. Sola sulla mia auto dopo essermi separata dagli altri, vedendo che la cella torinese inizia ad abbordare l'estremo vercellese ovest, decido a mezzanotte passata di lanciarmi verso questo temporale, sperando di fotografarne qualche fulmine.
Arrivo sino a Crescentino (VC) dove incontro Andrea Tritto con il quale mi sono sentita telefonicamente. Lo stormchasing è uno di quei rari hobby tramite cui puoi incontrarti con amici in mezzo ai campi e in piena notte, non per loschi motivi.
Quando il temporale inizia a muoversi verso nord-est acquista anche maggior velocità e siamo costretti a guidare sino a Trecate (NO) per riportarci davanti ad esso. Lungo la strada osserviamo una bella shelf cloud illuminata dai bagliori, ma muovendosi questa molto rapidamente, non ci è possibile fermarci prima in quanto verremmo investiti dalla pioggia neanche 1 minuto dopo.
Da Trecate facciamo qualche scatto alla nube a mensola che scappa via verso nord-est. Successivamente ritorniamo verso Castell'Apertole dove avevo lasciato l'auto.

Ultimo aggiornamento Domenica 06 Settembre 2015 16:54
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 14 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information