AGOSTO - Supercella a Occimiano (AL), 20 agosto 2014 PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Giovedì 21 Agosto 2014 11:32

Nel tardo pomeriggio diversi temporali si sviluppano sulle colline del Monferrato e in breve tempo l'instabilità dà luogo a diversi temporali in diverse zone del Piemonte e Lombardia e successivamente in serata Veneto e Friuli. La maggior parte dei temporali assume caratteristiche supercellulari per via dello shear presente.
Quando un temporale si sviluppa nei pressi di Volpiano (TO) con un updraft esplosivo, esco da casa mia e cerco di portarmi vicina ai temporali che interesseranno le aree pianeggianti.
Arrivo sino a Vercelli est e mi fermo in attesa che la situazione si delinei meglio: la cella che era presente sulle colline del Monferrato sta per superare le colline e la A26 e quindi risulterebbe molto difficoltoso portarsi in buona posizione per osservarla, visto che non esiste una viabilità particolarmente veloce che mi permetta di portarmi in quelle zone. Nel frattempo la cella che si era sviluppata a Volpiano si è portata verso nord-est, ma improvvisamente vedo spuntare all'orizzonte un nuovo updraft confermato anche al radar. C'è infatti ora una nuova cella che da Chivasso inizia a muoversi verso est/sud-est. Prendo la a26 e mi porto a Vercelli ovest dove faccio una nuova sosta: il temporale ha iniziato a piegare molto più verso sud, andando ad infilarsi nelle colline. Non ha perciò senso portarsi a ovest, l'unica soluzione a questo punto è scendere nuovamente più a sud. Rientro quindi in autostrada ed esco a Casale per un punto della situazione.
Il temporale sta sterzando verso sud-est ma non così tanto come in situazioni simili precedenti, nelle quali le celle hanno finito per sbucare sulla Torino-Piacenza. Osservando l'animazione radar è evidente come la base del temporale svalicherà nelle prossime decine di minuti a sud di Casale Monferrato. Mi porto quindi a Casale sud e osservo l'evoluzione. Frequenti sono i tuoni in lontananza e numerose nubi basse corrono veloci verso il temporale, richiamate dall'inflow dello stesso.
Mi muovo ancora un pò più a sud e raggiungo Occimiano dove osservo il mesociclone svalicare le colline. L'updraft è stiratissimo e praticamente la wall cloud si trova parecchio distante dal bordo superiore del meso. Quando svalica definitivamente perde la nube a muro, come spesso accade in queste zone, e rimane la parte alta del mesociclone dalla cui base si scaricano frequenti nube-terra.
Seguo poi il temporale fin verso Valenza, dove fotografo gli ultimi fulmini nube-suolo prima che si dissolva totalmente.

Il bordo dell'incudine della supercella in avvicinamento da Casale sud

Il temporale alle mie spalle verso est nella bassa Lomellina

Da Occimiano (AL)

Nei pressi di Valenza (AL)

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Agosto 2014 21:57
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 5 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information