LUGLIO - Supercella tra Orfengo e Cameriano (NO) 29 luglio PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Martedì 29 Luglio 2014 19:41

Poco dopo il mezzogiorno mi metto in marcia verso Vercelli ovest per raggiungere Andrea Tritto, con il quale ho ritrovo in vista dei temporali che si svilupperanno a breve tra est Piemonte e Lombardia.
Mentre sono alla guida però, noto già la presenza di imponenti cumuli congesti, alcuni dei quali sono già passati allo stadio di cumulonembo, sia alle mie spalle, sia di fronte a me. In particolare poco a ovest di Novara si staglia un giovane cumulonembo senza incudine con un giovanissimo updraft che ribolle sullo sfondo blu del cielo del primissimo pomeriggio.
Mi fermo appena dopo Orfengo per osservare l'evoluzione della situazione. Sembrano esserci 2 celle: una più a nord con il suo nucleo di precipitazioni più intenso nel sud biellese e una giovane più a sud in fase di sviluppo esattamente di fronte a me.
Nel giro di una quindicina di minuti inizia a prendere forma una base che è subito in evidente rotazione. Con il passare dei minuti si delinea sempre meglio il mesociclone con una wall cloud molto vicina al suolo. La rotazione del sistema è davvero impressionante, facilmente intuibile dal vivo, mentre spesso con le supercelle nostrane è necessario montare un timelapse per apprezzarla al meglio.
La nube a muro ruota molto vistosamente e un paio di grossi e scuri funnel si protraggono verso il suolo fino a pochissime decine di metri da esso, mentre rinforza un deciso vento di inflow che piega la vegetazione verso il mesociclone.
Negli istanti in cui il funnel più grande prende forma, sono evidenti le bande di precipitazione che si avvolgono attorno alla wall cloud e l'RFD che spinge in maniera decisa tutto il bordo meridionale del mesociclone.
Questo forte impulso porta velocemente le prime bande di pioggia verso di me e così mi porto a Cameriano per osservare il temporale di nuovo fuori dalle precipitazioni.
Quando mi fermo in questa seconda posizione, tutto il bordo sud del mesociclone è ormai stato spinto in fuori dal temporale dalle forti correnti di RFD e permane ancora una ristretta area di rotazione che resisterà ancora breve tempo.
La supercella è infatti disturbata da altre celle che sono nate più a est e non ha più possibilità di richiamare vento caldo e umido a sè, anzi si ritrova a venire alimentata dai freddi venti di outflow dei temporali a est.
Una volta che questa perde completamente di struttura, provo a portarmi oltre le celle che sono a est di Novara. Mi ritrovo ad attraversare in pieno il core di precipitazioni, tra cui è presente qualche chicco di grandine, con piogge torrenziali e visibilità quasi nulla. Quando mi trovo fuori dai rovesci scorgo la base del temporale che però sta per venire inglobata dalle piogge di una cella più a sud. Mi porto in una posizione più meridionale e osservo la cella di coda che però non mostra molti spunti fotografici.
Nel pomeriggio, dopo essermi ritrovata con Andrea che nel frattempo si era mosso da solo, ci portiamo sui temporali tra il lodigiano e il pavese.

Il video velocizzato. Notare il vento di inflow come piega l'erba nel campo. Nella prima parte del video più luminosa, dove inquadravo il lato nord per prendere dei fulmini perchè ancora il mesociclone non era sviluppato, si vede chiaramente il vento piegare l'erba verso il bordo meridionale fuori dall'inquadratura.


Giovani cumulonembi a Orfengo (NO)

Il mesociclone inizia a delinearsi

Grosso funnel sotto la wall cloud


Nuovo funnel

Le bande di pioggia in avvicinamento

Il bordo meridionale del mesociclone completamente spinto in fuori dall'RFD a Cameriano (NO)

Mammatus di un nuovo temporale da sud, al tramonto a Trecate (NO)




Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Luglio 2014 19:43
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 10 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information