Supercelle LP, Hobbs, NM. 25 Maggio PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Giovedì 29 Maggio 2014 02:49

Dopo il risveglio nel motel di Ozona, TX, ci muoviamo verso Fort Stockton sempre nel medesimo stato. A seguito dei temporali di ieri, si è sviluppato un grosso MCS che perdurarà praticamente per tutta la giornata di oggi. C'è quindi la possibilità che l'outflow boundary del grosso sistema temporalesco si spinga troppo a sud, arrivando praticamente sino in Messico e azzerando così le possibilità di temporali in queste aree già molto meridionali del Texas.
Quando arriviamo a Fort Stockton il cielo non è dei migliori, anzi l'atmosfera appare piuttosto scarica e sembra evidente come i venti freddi di outflow dell'MCS siano purtroppo già giunti sin qui. Nel primissimo pomeriggio riesce comunque a svilupparsi una cella più a sud di Fort Stockton, ma lungo la strada che percorriamo per intercettarla siamo completamente avvolti nella nebbia...un cielo tipico in Pianura Padana a novembre, non di certo a nord-est di una supercella in Texas.
La nebbia già ci lascia presagire una tragica fine del temporale che infatti muore prima che possiamo raggiungerlo. In compenso una supercella molto più intensa si è sviluppata al di là del confine con il Messico e si muove verso sud-est. Chiaro quindi che questa supercella non può essere cacciata, dato che non ci è possibile superare il confine statiunitense.
Vista la situazione e considerando che ormai sono alte le probabilità che qui il potenziale sia stato compromesso dall'outflow freddo, decidiamo di ripiegare sul New Mexico, dove nelle prossime ore dei temporali potranno svilupparsi.
Arriviamo nei pressi di Eunice e qui attendiamo lo sviluppo dei diversi cumuli presenti in zona. I primi tentativi non vanno a buon segno: non appena i congesti tentano di evolvere in cumulonembi evaporano. Nel tardo pomeriggio però, un piccolo temporale riesce a svilupparsi più a ovest e ci muoviamo quindi in sua direzione.
Quando siamo sufficientemente vicini ci fermiamo per foto e video: il temporale è lentissimo nello spostamento, tanto da sembrare praticamente fermo nello stesso punto. Col passare delle mezz'ore si formano due nuclei e la base più meridionale inizia ad acquistare un pò di rotazione. Al tramonto diviene chiaro come il piccolo temporale sia ormai una supercella LP. All'imbrunire si formano altre 2 supercelle LP molto vicine a quella che stiamo osservando. Troviamo così un nuovo punto per riprendere al meglio le strutture illuminate dai fulmini.
Una volta che i temporali si indeboliscono, andiamo a dormire in un motel nella vicina Hobbs.


Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Giugno 2014 20:45
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 7 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information