Supercelle nei pressi di Wichita Falls, TX - 7 Maggio PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Giovedì 08 Maggio 2014 14:33

Dopo aver trascorso la notte nei pressi di Oklahoma City, ci muoviamo a sud verso il nostro target a Wichita Falls in Texas.
Nel primo pomeriggio arriviamo nei pressi della città e nella periferia sud attendiamo lo sviluppo dei primi fenomeni.
Sappiamo che oggi ci saranno due distinte fasi temporalesche. Nella prima parte del pomerigggio si svilupperanno celle piuttosto deboli e disorganizzate, mentre nel tardo pomeriggio, quando i venti nei bassi strati piegheranno più da sud-est, i temporali dovrebbero rapidamente evolvere in supercelle.
Intorno alle 15 nascono i primi temporali che, come previsto, non hanno alcun tipo di organizzazione nè forma.
Seguiamo nel suo spostamento verso nord-est la cella che sembra essere più intensa delle altre, sperando che col passare delle ore riesca ad assumere connotati più interessanti.
Arriviamo a nord di Wichita Falls, ma il temporale sebbene tenti di acquisire una base più definita, continua a faticare nel tentativo di organzzarsi meglio.
Nel frattempo nasce una cella più a sud di Wichita Falls. Ci fermiamo e decidiamo di osservare l'evoluzione di questo nuovo temporale al radar, ma in meno di 5 minuti optiamo per scendere a sud per intercettarla visto che sembra divenire sempre più intensa; inoltre sta entrando in una zona con venti migliori.
Appena a sud di Wichita Falls iniziamo a intravederne la base netta e definita e scendiamo ulteriormente per posizionarci al meglio rispetto al mesociclone che sta svilupandosi in questi istanti.
Nei pressi di Henrietta troviamo un campo con buona visuale e ci fermiamo a fare le prime foto e video. In breve tempo l'updraft del temporale inizia ad avvitarsi su se stesso e le precipitazioni si separano nettamente sull'altro lato.
In pochi minuti si è sviluppata una perfetta supercella classica e rimaniamo in questa posizione finchè alcuni chicchi di grandine sopraggiungono alla nostra posizione.
Ci muoviamo leggermente più a sud per uscire completamente dai rovesci grandinigeni e troviamo una nuova postazione dalla quale osserviamo la perfetta supercella che ora ha una forma veramente incredibile.
Più tardi un terzo riposizionamento ci costringe a dover compiere una deviazione per attraversare il fiume che attraversa l'area, ma nel frattempo la supercella si indebolisce e perde struttura.
Poco più a ovest però si sviluppa una nuova supercella sulla quale viene segnalato un breve tornado e ci muoviamo subito verso di lei. La intercettiamo a Burkbunett, Texas. Anche qui ci troviamo di fronte a un'altra incredibile struttura, anche se questa volta l'aria è molto più fosca di prima e risulta penalizzare un pò gli scatti fotografici.
I fulmini positivi cadono non molto distanti da noi e ci costringono per alcuni istanti in automobile. Seguiamo la cella anche poco dopo il tramonto, quando produce un pronunciato funnel cloud tra le sirene che risuonano nel vicino abitato.
Con il buio il temporale si indebolisce e andiamo così a dormire in un motel di una vicina cittadina.

Prima supercella nei pressi di Henrietta

Seconda supercella a Burkbunett


Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Settembre 2014 19:21
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 11 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information