SETTEMBRE - Supercella tornadica, Ponzana (NO) e funnel a Galliate (NO) 10 settembre 2013 PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Martedì 10 Settembre 2013 21:09

Nel tardo pomeriggio/sera si attende lo sviluppo di diversi temporali che dovrebbero interessare le aree pianeggianti tra il vercellese ed il novarese, con buone possibilità di genesi di fenomeni supercellulari.
Essendo anche la zona limitrofa a casa mia interessata dai possibili fenomeni, decido di non muovermi per attendere, ma di restare direttamente a casa ad osservare lo sviluppo della situazione durante le ore pomeridiane.
Dopo che per tutto il pomeriggio il cielo è stato affollato da cumuli medi, poco dopo le ore 18 alcuni di essi iniziano a svilupparsi ulteriormente in altezza. Verso le ore 18,30 osservo dei grossi congesti in crescita ad ovest della mia posizione ed esco così di casa per avere visuale migliore.
Una volta giunta ad ovest di Galliate, noto la presenza di altri congesti dietro a quello che mi è più vicino, il quale alterna tentativi di abbozzare un'incudine a momenti in cui l'intero updraft si sfalda e riprova a svilupparsi in altezza.
Quando noto dei fractocumuli salire verso una base più ad ovest, sotto la quale è già presente un rovescio ben sviluppato, decido di portarmi vicino a questo giovane temporale.
Mentre sono in tangenziale a Novara, il cumulo che stavo inizialmente osservando inizia a produrre precipitazioni, ma anche la sua base viene presto occupata dai rovesci, mentre intravedo chiaramente la formazione di un lowering al di sotto del giovane temporale più ad ovest. Supero così queste nuove precipitazioni e mi porto a Cameriano, dove ho visuale sul lowering e sulla base che inizia già chiaramente a mostrare segnali di rotazione.
Vado oltre il paese e prendo la deviazione per Ponzana (NO), quando ormai poco distante ad ovest ho tutti i rovesci della giovane supercella che si sono colorati di rosa grazie al sole che tramonta dietro di essi.
Quando trovo un buon punto mi fermo ad osservare l'evoluzione del mesociclone che in breve tempo produce una wall cloud ben definita.
Al di sotto della nube a muro si protrae un piccolo funnel, ma pochi minuti dopo, un altro funnel più pronunciato si genera dietro la nube a muro stessa, in una posizione un pò insolita. Dalla mia postazione risulta difficile scorgere un touchdown eventuale perchè ho parte dei rovesci che mi coprono la visuale sul suolo, ma un altro amico cacciatore che si trova a Vercelli a pochissima distanza da ciò che sembrava essere solo un funnel, mi comunica che l'imbuto ha toccato il suolo, sebbene mancasse gran parte della condensazione del vortice. La supercella ha prodotto così un breve tornado a quanto sembra in aperta campagna. Non essendoci danni rilevabili ed anche considerando la dinamica del vortice stesso, il tornado (o tromba d'aria che dir si voglia) è classificabile come EF0.
Ormai è quasi buio ed anche la wall cloud sta perdendo organizzazione. Provo comunque a seguirla nel suo spostamento verso sud-est e prendo la direzione per Robbio (PV), ma quando sono all'altezza di Confienza, l'intero mesociclone si è ormai dissolto e decido per cui di far ritorno verso casa.

Durante il mio rientro è presente 1 altra supercella nel torinese, la quale splittando dà origine a 2 celle, una in spostamento verso sud sulle colline del Monferrato ed una che si inizia a muovere nella pianura verso Crescentino. Quest'ultima perde presto intensità e sembra collassare.
Quanto il temporale si porta però nei pressi di Vercelli sud, riprende vigore acquistando il fondoscala al radar ed anche un netto aumento delle fulminazioni. A nord di questo temporale, nasce una nuova cella che sembra puntare la mia zona. Quando il temporale raggiunge l'area appena ad est di Novara, si moltiplicano le fulminazioni nube-suolo che si scaricano molto vicine alla mia abitazione. Mi affaccio direttamente alla finestra per delle foto, anche perchè sarebbe inutile uscire visto che cadono le prime gocce di pioggia.
Mentre riprendo le frequenti e ravvicinate scariche, noto la presenza di un grosso cono esattamente di fronte a me, sopra i campi dietro casa mia e di fronte ai fulmini stessi. L'imbuto è presente in almeno 3 scatti in maniera chiara, è durato perciò almeno 1 minuti e 30 secondi, vista l'esposizione di 30 secondi di ogni foto. Impossibile dire se anche questo possa avere fatto un rapido touchdown perchè essendo le foto in notturna anche aumentando i contrasti non è possibile evidenziare una eventuale circolazione senza una chiara condensazione. Per via degli scrosci di pioggia mi era impossibile anche riuscire a percepire l'eventuale rumore di una tromba d'aria. Ad ogni modo ad oggi non risultano danni e l'evento resta quindi classificabile come funnel cloud.

Il cumulo congesto sta per evolvere in debole cumulonembo appena ad ovest della mia posizione. Sotto una delle basi che si intravedono dietro, a breve condenseranno diversi fractocumuli e si verrà a generare una wall cloud.

Osservo la giovane supercella in fase di organizzazione da Ponzana (NO)

I rovesci si tingono di rosa per via del sole che tramonta alle loro spalle

La wall cloud si è ormai formata


Un imbuto discende da dietro la wall cloud e, anche se da questa posizione non si scorge il collegamento con il suolo perchè mancava gran parte della condensazione del vortice, è avvenuto per circa 1 minuto il touchdown a terra.
Tornado EF0 dietro la wall cloud

E' ora presente anche un funnel sotto la wall cloud, che però non raggiungerà il suolo

Ecco il breve e debole tornado ripreso da Vercelli sul lato posteriore della cella (la circolazione al suolo era probabilmente nelle campagne a nord della città)
Foto di Alessandro Piazza

Ore 23,20 circa da Galliate (NO), un nuovo temporale si sviluppa ad est di Novara

Tra i fulmini si scorge il funnel

Qui si nota molto bene l'imbuto; non pare aver toccato il suolo


Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Settembre 2013 21:12
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 13 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information