LUGLIO - Stupenda supercella tra VC e NO, 6 Luglio 2012 PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Venerdì 06 Luglio 2012 22:03

Alle ore 15,30 ho ritrovo a Vercelli Ovest con Dean Gill, mio amico cacciatore e meteorologo svizzero. Mentre mi avvicino al luogo di ritrovo, noto alcuni cumuli congesti che già si stanno sviluppando proprio nella zona prescelta. Quando manca poco per raggiungere il casello, Dean mi avvisa che iniziano i primi tuoni. Quando lo raggiungo ci appostiamo a Sali Vercellese per riprendere le fasi iniziali della cella.
L'updraft è decisamente esplosivo e la base sembra lentamente abbassarsi e divenire via via più circolare. Quando ormai si è spostata troppo a nord, raggiungiamo la SS11, dove ci fermiamo a fare qualche altro scatto. Qui osserviamo una forte turbolenza e poderosi ribassamenti sotto la zona delle correnti ascensionali, la cui parete si staglia davanti a noi. Proseguiamo lungo la tangenziale ovest di Vercelli e imbocchiamo verso Borgo Vercelli. Durante lo spostamento di fianco alla nostra strada inizia a delinearsi una spettacolare struttura supercellulare con una wall praticamente rasoterra. Ad ovest di Orfengo (NO) troviamo un buon punto di osservazione.
La rotazione del mesociclone è visibile ad occhio nudo e in più momenti la wall che si protende minacciosamente verso terra lascia presagire una imminente possibilità di tornado. Verso le 16,45 forti venti di RFD iniziano a sollevare polveroni lungo i campi e si inizia a formare una clear slot da manuale. Ci muoviamo ad ovest di Novara, dove osserviamo ancora la struttura ed ancora la formazione di un tornado non è da escludersi. Proseguiamo fino a Galliate, dove il temporale è in fase di indebolimento. In breve tempo le precipitazioni inizieranno a cadere sotto la base che andrà dissipandosi.
L'outflow di questo temporale ha permesso la nascita di nuove celle, così proviamo a muoverci più a sud fino a Cerano dove osserviamo la parete di un nuovo updraft estremamente esplosivo, non si nota però alcuna organizzazione alla base dello stesso. Ci spostiamo di nuovo verso ovest, notando una base molto bassa nuovamente in zona Lumellogno (NO). Intercettiamo qui una seconda supercella, dove la rotazione nei bassi strati non è più percettibile, mentre è chiaramente presente nei medi livelli. Quella che era una wall diviene una shelf spinta via dai venti di RFD.
Lasciamo anche questo temporale che ormai sta perdendo organizzazione e ci dirigiamo verso Crescentino dove una nuova cella sta arrivando da ovest. Per riuscire a vederne la base siamo costretti ad infilarci nelle stradine a sud tra le colline e a Moransengo abbiamo visuale su di essa.
Non vi è una particolare struttura, ma comunque il panorama di campi collinari con i colori del tramonto, la rendono particolamente fotogenica.

Base del cumulonembo appena nato a Sali Vercellese

Il temporale acquista sin da subito rotazione


Ci muoviamo lungo la SS11

Orfengo (NO)

Ci spostiamo a nord di Lumellogno (NO)

Rovescio di grandine a NW di Novara

2° supercella, nord di Lumellogno (NO)

3° temporale, Moransengo (AT)


Time lapse della base e della wall della supercella


Ultimo aggiornamento Domenica 08 Luglio 2012 16:51
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 9 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information