Supercelle in Texas, 30 Aprile 2012 PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Martedì 01 Maggio 2012 07:06

Dopo aver passato la notte a Liberal, Ks, ci dirigiamo a sud, nella Texas Panhandle. Sostiamo a Silverton, dove attendiamo che parta la convezione. In breve tempo un temporale nasce in zona Amarillo, così iniziamo a spostarci in sua direzione. Altre celle tentano di partire, ma muoiono poco dopo. Ad ovest di Canyon intercettiamo il temporale che pian piano inizia ad organizzarsi. Mentre lo seguiamo nel suo spostamento verso est/sud-est, prende più forza e dei potenti downdraft iniziano a prender forma. Ci fermiamo a far qualche scatto, ma scappiamo via velocemente perchè i fulmini cadono parecchio vicini e sono piuttosto frequenti. Il temporale è molto lento e riusciamo a seguirlo perfettamente lungo le strade della zona. Ci fermiamo fuori dal paese e la base inizia a prendere una forma che tradisce la presenza di un mesociclone. Ci fermiamo per far delle riprese vicino ad altri cacciatori texani ed abbiamo tutto il tempo di montare cavalletti, far video e foto, mentre il temporale si avvicina lentissimo a noi. Ripartiamo lungo la strada per star sempre davanti al meso e, anche se il temporale pare indebolirsi al momento, sembra prender forza e si indebolirsi ciclicamente; inoltre, in questa giornata, l'orario migliore affinchè i temporali si organizzino al meglio e aumenti il potenziale tornadico, è proprio nel tardo pomeriggio. Dopo una nuova fase di indebolimento, nel giro di mezz'ora la base si abbassa notevolmente e la rotazione aumenta in maniera ben visibile. Nuovi rovesci nascono a destra della base e mentre ci allontaniamo alcuni chicci di grandine secca grossa come noci colpisce la nostra auto. Questo temporale ha poi prodotto successivamente grandine di 11 cm di diametro. Prendiamo la 287 e ci fermiamo più volte a fotografare la supercella. Ormai all'ora del tramonto ci posizioniamo di fronte ad un prato a riprenderla mentre avanza. Anche in questo stadio mostra momenti ciclici di riorganizzazione e quando il meso prende più forma, aumenta esponenzialmente l'inflow che il temporale risucchia dentro di sè. Più avanti sulla stessa strada ci fermiamo in un piccolo spiazzo in cima ad una collinetta. Saliamo a piedi in cima e la supercella ha una forma spettacolare col sole che tramonta dietro di lei all'orizzonte. In meno di mezz'ora il sole tramonta e tra l'oscurità vediamo che si è formata un'enorme shelf con polveroni che arrivano alla stessa altezza della nube. Noi dobbiam puntare Oklahoma City perchè abbiamo appuntamento con un nostro amico per il giorno dopo e durante il tragitto seguiamo praticamente questa cella e le nuove che sono nate. Ormai giunti in Oklahoma ci fermiamo a fotografare un nuovo mesociclone illuminato dai fulmini. Nel resto del tragitto la strada viene costantemente illuminata da numerosi fulmini nube-terra generati dai temporali che ormai si sono uniti.





Ultimo aggiornamento Mercoledì 06 Giugno 2012 21:40
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 18 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information