AGOSTO - Supercella sulle colline astigiane, 5 Agosto 2011 PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Sabato 06 Agosto 2011 18:30

Nella seconda metà pomeriggio mi ritrovo con Alessandro Piazza a Vercelli Est. La giornata sembra promettere bene: cielo sereno ma bianchiccio con qualche humilis, afa e quasi 32°, il tutto combinato ad un lieve calo termico in quota ed uno shear sufficiente a supportare temporali organizzati. Questi dovrebbero partire dalle Alpi per poi entrare in pianura nelle ore tardo pomeridiane-serali.

Dopo le 17,30 l'atmosfera inizia ad instabilizzarsi parecchio e alcuni deboli temporali nascono sulle Alpi ad ovest di Torino. Ci spostiamo perciò all'uscita di Vercelli Ovest, dove facciamo una ulteriore sosta in attesa dell'evolversi della situazione. In mezz'ora circa uno di questi temporali scende su Torino e al radar diviene subito fondoscala pieno di fulminazioni. Decidiamo quindi di partire in sua direzione ed attenderlo all'inizio della pianura. Durante l'avvicinamento a Chivasso rimane quasi stazionario su Torino; arriviamo in zona Verolengo, ma notiamo solo molto scuro dietro le colline, frequenti lampi e tuoni cupi. Osservando l'animazione radar, il grosso ed intenso temporale, sembra proprio spostarsi lentamente verso sud e non verso nord-est / est come ci auguravamo.

Ecco quindi che il suo updraft rimane perennemente tra le colline e dalla nostra posizione è impossibile scorgerlo, avendo tutti i downdraft davanti a noi. Assolutamente evitiamo l'area delle colline torinesi, perchè vorrebbe dire caccia finita ancor prima di iniziare: 1-perchè le strade sono tortuose, a lento scorrimento e trafficate trattandosi le 6-7 di sera vicino ad una grossa città; 2-perchè finiremmo dritti dentro le precipitazioni di una cella fondoscala in un territorio collinare...pessima idea.

L'unica cosa da fare è circumnavigare il temporale, senza sapere se e quando avremmo mai visto la base, trovandosi essa sul lato sud-ovest di un temporale che si muove verso sud in mezzo ad un territorio impervio.

Torniamo perciò indietro e a Trino puntiamo a sud su una strada piena di saliscendi e visibilità zero. Arriviamo finalmente alla Torino-Piacenza e la prendiamo in direzione ovest. Dall'autostrada abbiamo un barlume di visibilità giusto di fronte a noi e scorgiamo il bordo dell'incudine più avanti sulla nostra sinistra. Usciamo quindi ad Asti Ovest e ci imbattiamo in nuove strade a visibilità nulla, circondate da colline. Arriviamo a Bramairate e aguzziamo la vista per trovare una strada che ci porti in ALTO... Finalmente ne troviamo una che sembra fare al caso nostro e si immette poi su una strada sterrata fatiscente con un pendio molto pronunciato sul lato destro...ma almeno finalmente siamo in cima ad una collina... et voilà, eccolo il nostro updraft. E' decisamente un updraft con rotazione e fino a poco prima di scendere dall'auto c'era anche una chiara wall cloud. La base della supercella sfiora le colline all'orizzonte e pare molto turbolenta con diversi fractus. Alla nostra destra, oltre un'altra collinetta, purtroppo più alta della nostra, pare esserci una shelf cloud.

La supercella continua la sua discesa verso sud/ sud-est e allora decidiamo di abbandonare il nostro punto panoramico anche perchè ormai si stava allontanando troppo. Decidiamo di tornare un pò indietro lungo la stessa strada e prenderne un'altra che scendesse a sud. Ne troviamo una che procede a sud-ovest perfetta per intercettare l'updraft proprio quando questo avrebbe dovuto scendere dai monti. Ma ecco che quando troviamo un buon punto con visuale accettabile e la supercella scende dalle colline...evapora e muore. Sempre grosse soddisfazioni le cacce in collina...

La supercella è finalmente scesa dalle colline, ma evapora subito

 

QUALCHE SCATTO DEL DEBOLE TEMPORALE SERALE GIUNTO NEL NORD NOVARESE DEL 4 AGOSTO



Ultimo aggiornamento Sabato 06 Agosto 2011 19:36
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 10 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information