LUGLIO - Ghemme: probabili danni da downburst PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
Domenica 02 Gennaio 2011 13:23

Il 12 Luglio 2008 una linea di temporali interessa l'alto novarese intorno a mezzogiorno. All'interno di questa linea, è probabilmente presente anche una supercella, la quale investe l'abitato di Ghemme (NO), verso le 12:30 circa. Diversi saranno i danni al paese.


Il 14 Luglio mi dirigo a Ghemme per un sopralluogo, anche se a distanza di 2 giorni, molti danni sono già stati sistemati e le aree colpite ripulite. Percorro le vie centrali del paese e poi mi sposto verso la periferia est. Raccolgo anche qualche testimonianza degli abitanti del luogo. Ciò che mi descrivono, oltre a riferirmi un grande spavento e il fatto che mai avevano assistito ad un evento simile nel loro paese, è "un grande frastuono, oggetti che sbattevano ovunque e acqua e grandine dappertutto", " vento fortissimo misto a pioggia torrenziale", "un rumore assordante". Qualcuno sostiene di avere avvistato il cono di una tromba d'aria.

Riporto qui alcune immagini raccolte il 14 Luglio. Ecco le foto scattate tra le vie del paese:

Le antenne, così come altri elementi, risultano tutti piegati in un'unica direzione, ovvero quella di spostamento del temporale.

Qui invece altre foto di un filare di alberi nella periferia est del paese, piegati in un'unico verso:


Stando a questi elementi, ovvero la presenza di alberi, antenne TV, tegole, grondaie...spostati o piegati tutti in un'unica direzione la prima ipotesi è di downburst. Tali danni lineari proseguono anche oltre l'abitato di Ghemme, nelle campagne limitrofe. Considerando perciò l'orientamento dei danni e lo stretto corridoio degli stessi, è più probabile un microburst con raffiche anche superiori ai 120km/h in alcuni punti.

Ci sono però alcuni fattori che fanno sorgere quantomeno alcuni dubbi sulla natura dell'evento e la genesi di questi danni: i danni riscontrati non sono continui, vi sono punti dell'ipotetico corridoio che paiono totalmente illesi. L'orientamento del filare di alberi è lievemente differente da quello dei danni riscontrati in paese, anche se potrebbe semplicemente essere dovuto ad una raffica con orientamento leggermente diverso. Vi sono punti molto localizzati  (mi riferisco in particolare all'ingresso del paese) con alberi che, oltre a non essere per nulla piegati, ma perfettamente perpendicolari al terreno, risultano per metà perfettamente sani e per metà con rami spezzati e/o quasi strappati, cosa alquanto anomala anche per un microburst localizzato. Lo stesso tipo di danno (vegetazione strappata e non piegata) è stato riscontrato in alcuni campi di mais da altri chasers durante un sopralluogo.

Tirando le somme dell'accaduto, credo sia fuori dubbio che si sia verificato un evento relativo a raffiche lineari di donwburst, cosa peraltro in perfetta sintonia con la maggior parte delle testimonianze che descrivono forti raffiche miste a precipitazioni.

Rimane aperta però pure l'ipotesi (anche tenendo in considerazione chi sostiene di aver avvistato un ipotetico cono) della presenza contemporanea, oltre che di downburst, anche di una tromba d'aria (classificabile max come EF0) che abbia fatto brevi e fugaci touchdown.

Una panoramica del cielo il 12 Luglio verso le ore 12:45- 1. Puntamento N-NE da Galliate (NO). Il temporale aveva da poco superato Ghemme.

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Gennaio 2011 14:16
 

Sondaggi

Hai mai cacciato un temporale?
 

Chi è online

 7 visitatori online

Condivimi: Social Networks

Fulmini prima dell' EF5

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information